Madre de deus (azulejo)

Bernard Sejourne

madre d’oro madre
blu
fiato fresco dei chiostri
asciuga la rete
dopo il passaggio della pesca-belva
non voglio vedere
il suo profilo tenero
disciogliersi di nuovo argilla
acqua tornare
con questi occhi infiammati
non voglio sapere
il nome della chiatta
che l’ha urtato
la pazienza delle braccia non mie
che l’ha cullato fino a qui     non voglio
chiedere perché
sei così calma gelosa
voglio racchiudermi qui
nella sua piccola ombra umida
a maledire piano
scordando tutto quello
che so sono sopporto
lingua nera cozza
chiusa tra i denti
bordi taglienti eppure inerti
non voglio sapere
perché splendi

Maria Luisa Vezzali

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...