Agota K.

One tainte d'angel


Certe mattine incerta è l’ora
così io penso a lei nella sua fabbrica
intenta a rovistare gli ingranaggi
fino a toccare l’umido imprevisto
che riapre il meccanismo che scardina
la porta aprendola per poco.
E da quel varco vanno le dita
a dire la città ed il bosco appena
fuori attraversato.

La penso intensamente fissa
gli occhi e la bocca schiusa
ed umida la conca piccola
e in battito le dita e forse il cuore
io non lo so se il cuore–

Lei parla maschio e scrive
femmina. Arrota le parole
come le erre forse ed anche questo
io non so di lei. La penso. La interpello.

Minutamente, annoto il suo diario
nello spazio ristretto del mio anello.

Nerina Garofalo

Annunci

2 thoughts on “Agota K.

  1. Blumy ha detto:

    scusa, Nerina, non l’avevo capito 😦

  2. ninaphone ha detto:

    Grazie Blumy– davvero. Il titolo è Agota K. — Il riferimento alla Kristov è essenziale- Un bacio

    Nerina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...