Ti offro un gimlett

Certo, la scrittura non è il linguaggio. Certo, il linguaggio non somiglia a niente. Eccesso di tristezza. Anche l’erranza. Bisognerebbe non lasciare che la scrittura si isoli nella solitudine. L’oscurità si riduce al silenzio.
La rettitudine. Se tu scrivi, che sia una sorta di rettitudine. Morale.
Viaggiare. Non male. Non soggiornare. Per la scrittura anche la terra è vasta. Rotonda. E’ la morte, in fin dei conti, che s’isola.
Io ti allontano dal silenzio. Ti allontano dalla solitudine. Ti allontano dalla tristezza. Ridicolo. Eppure.
Sono le due e mezzo. Ti offro un gimlett.

Henri Deluy. trad. Blumy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...