Il gufo

 

 

 

Pensavo che in qualche modo un pezzo di stoffa fosse stato
scagliato nella notte, un pezzo di stoffa che volava
in alto, poi da una parte all’altra, di là dalla finestra.
Una tovaglia o un fazzoletto, un nodo
che in qualche modo si allentava, si stringeva, attraverso
il buio fitto. Pensavo che in qualche modo
un pezzo di stoffa si fosse perduto oltre la corda del bucato–
liberato, sebbene sembrasse come un nodo
ancora sospeso, allentato. Mani umane non potevano
aver lanciato così in alto, o impresso una tale forza alla stoffa,
eppure sapevo che nessun dio si sarebbe dato pena
per un riquadro d’aria così piccolo. E ancora si muoveva e
ancora si precipitava e svaniva oltre il vetro.
Il dopo-immagine se ne andò, una macchia oltre
la lastra ghiacciata. E là, più vicina, stava l’erba
invernale così nera da non avere consistenza
finché guardai ancora e lo vidi piegarsi
comune), una fila di alberi, una fila di stelle.
Cercalo dunque: troverai che potresti perdere
il senso della profondità,
una foglia, un fascio
di carta, una federa
o una faccia
a forma di cuore,
un sibilo che infuria,
come i venti, come
la morte, in un groviglio
là nei rami.
Ho chiamato questa poesia “il gufo,”
il nome che, come una chiave, serrasse fuori il buio
e mi lasciasse poi chiudere il libro e fare
un sogno invernale. Eppure la verità rimane
che non posso sapere solo quel che ho visto e se
viene ogni notte, ogni sogno, ogni stella, o
per niente. Non è, non è mai evidente
che l’attesa sia senza motivo. La rivoluzione del mondo
smentisce il caos delle sue forme–(il tipo
di cosa per cui gli astronomi
abbassano lo sguardo per scrivere
nei libri).
E ancora pensavo che un pezzo di stoffa
fosse volato fuori dalla mia finestra, o che mani umane
avessero liberato un’ala, o dèi vorticosi si rivelassero,
o che, novità meravigliosa, un gufo del nord,
un gufo delle nevi fosse disceso.

Susan Stewart

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...