Fumi

Zhang Jie

E’ tranquillo il pomeriggio al caffè. Passa
la bambina che chiede e
si chiama Marì. La sua tristezza
calpesta la città e i volti
che diedero la loro vita per la vita e
la bambina ripete.  Il sogno
è un libro arrotondato, getta fumo
come se fosse un forno grande. La sua mano dice
che il mondo è concavo.

Juan Gelman

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...