(dove, domani)

Renzo Verdone

La notte non si divide, neppure il Tevere
che ci chiude in due città. Cosí il tempo della tua assenza
è stata una giostra e una rettifica leggera al mondo
è stata quella sorgente di montagna mai raggiunta
– eppure il nulla di melma sotto-fiume
esiste: lava di foglie, schiuma spenta,
tende di rifugiati e spazzatura
una bava del passato e un gorgo –

Adesso non c’è tempo per dire cosa non è stato
come sarebbe se domani in un’ora senza data
con musica infelice e in feste di settembre
l’irreparabile disastro che annuncia il cambio di stagione
fosse visibile. Tutto avrebbe segnalato la sottile differenza
tra il sogno della morte
e un altro giorno in cui saresti stato qui.
Lo chiameremo, in ogni caso, storia.

Mario De Santis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...