Ipnos

Dorina Cotras

e il sonno, padre buono,
mi rapisce un po’, sottraendomi
ai fantasmi della luce

mi dà una veste senza sogni
con cui attraverso strade cieche
dove assoluto è il nero

strade senza indicazioni
in cui mi perdo immemore
d’ogni mia identità

e poi riemergo faticosamente
da questo nulla estremo
con la coscienza dolorosa

di dover ancora cominciare
a vivere,
——————— nonostante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...