Con un’amica

Xin Jianjian

a Nadia Campana

Con un’amica niente più bianco
e nero, né morte
di nuovo dio piccolo
dio diffuso
tante piccole teste noi
e plurali sulla terra,
sui muri della schiena
incubi e infanzia da vedere.
Cantare le righe
le miglia di un’altra, scomparsa
non consumabile silenzio.
Con una nave niente più bianco
e nero,
solo dio piccolo
piccolo e diffuso.

 

M. Pia Quintavalla

 

Cronaca dei rami

Shakakibara Shiro

 

Non l’estuario degli specchi,
non la rosa dei venti.
Ogni cosa è cammino,
le frontiere e i loro stendardi,
l’incendio, le barricate,
l’incontro e la sua ascesa,
la voce, la mia voce nelle mie palme,
gli uccelli che s’allontanano
e lasciano il loro nome tra i rami,
i rami e la loro storia …

Adonis

trad.  dal blog  Bleu de paille

Ragazza

L’albero mi è entrato nelle mani,
la linfa mi è salita nelle braccia,
l’albero mi è cresciuto nel petto –
verso il basso,
i rami crescono fuori di me come braccia.

Albero sei,
muschio sei,
sei violette su cui passi il vento.
Una fanciulla-alta così – tu sei,
e per il mondo tutto questo è follia.

Ezra Pound