La madre piccolina

Gabriel Pacheco

La madre piccolina
gira attorno e porta
la sporta ambigua.

Ha da sé scelto le magliette
e le trasporta fina:
la madre piccola

e le sue scorie schiette:
fili di suono dove
potrebbe l’opera, mai

un mondo ha traspirato
tante bretelle
sottili per il seno

e sottili per altro, per
dio, per il miracolo
che la vede piccina

ma colma ed esperta
lei s’inventa che sale
e come sale lei non diventa

altro che lei che sale,
svelta invisibile mordace
sale diretta, dio la saluta

e spare.

Silvia Molesini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...