Steli d’oboe in tintinnio di cristallo

Magdalena Wanli

Tu conosci le pieghe del silenzio
in gomito d’alba, il gonfiore d’attesa –
petalo di camomilla e fiore
d’aspidistra e narciso – e conosci
l’oboe che accende gli occhi, fiato
ondulato e lieve, la mano sul piano
forte, lo squillare del sangue
ed un sorriso timido, dimenticato
sapresti portarmi sul prato
dove saremo giovani ancora
steli dondolanti, bambini e pistilli…

staremo insieme, futuro e passato per mano
sul calare dell’ombra col vento di valle
che sale, inghiotte e sperde ogni suono
in tintinnio di cristallo lontano

Marina Raccanelli

Annunci

One thought on “Steli d’oboe in tintinnio di cristallo

  1. marinaraccanelli ha detto:

    che bella sorpresa, Blumy, trovarmi nel tuo blog! felice di essere in buona compagnia, e che tu abbia gradito il mio testo, ti dico grazie – anche per la bella immagine abbinata:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...