Erosioni

La casa dove vivesti
ha fenditure ove nidificano
le formiche della memoria

(camminano dentro la testa,
portano via, a mucchi, lentamente,
i grani di passate stagioni
e accumulano, per un inverno che è già qui).

Nelle stanze più interne,
quelle costruite nei tuoi recessi più profondi,
ci sono crepe che si allargano,
erosioni che saranno voragini,

fino a che non ci sarà che il vuoto,
un buco nero,
come per la morte di una stella.

E chi passerà dopo di te
vedrà ancora l’indifferenza
delle formiche che non ricordano,
la piccola anfora del tuo corpo
le sue minuscole incisioni indecifrabili.

Annunci

3 thoughts on “Erosioni

  1. tachimio ha detto:

    Trovo che le foto che accompagnano le poesie siano tutte a loro complementari, soprattutto questa dove l’aspetto fatiscente della finestra ben si riallaccia all’immagine data dalle prime terzine.

  2. Blumy ha detto:

    sono felice de tuo passaggio, Nerina 🙂

  3. Nerina ha detto:

    (ho particolarmente amato le prime 3 terzine) — bella, Blumy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...