Hommage a Gherasim Luca

 

 

Se anche la madre langue nel sabbione della sua tristezza e non ti riguarda ,
non la punirai. Se spegne e accende la sua presenza difettosa
e tende un solo occhio quando rovini da palchi ondeggianti.
Se la madre è madre e copre il suo sesso ai tuoi sguardi,
imbarca a nozze nel mare che ti offende, e smetterà di ferirti:
prova perversa dell’amore. Se anche ti smarrirai in altra felicità
che non la contempla, e sarai salvo, non la punirai.
Sei libero dallo spavento di non amarla.

Antonio Pibiri

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...