Da Poesia dello spiraglio e della neve

 

Il piede del bambino più piccolo
è più grande d’ogni tuo pensiero

Cosa mangia la foglia adesso?

Il pianto del bambino più piccolo
ha coperto il tuo canto, il mondo
sta strillando sull’altare

Il fiume, il salice, la porta. Il tronco spalancato

Ti cadono le foglie dalla testa, te ne accorgi

( vedrai la spalla del tuo vicino )

Vedrai la spalla del tuo vicino alta nel segno nero

Nel filo di fumo azzurro vedrai quel fiume
e il monte lì vicino, vedrai un ramoscello
argento che sale, sale…

È così che testimonia il ramo

È così che il sasso ritorna alla sua storia

Ci sono vetri dappertutto, Usov

sei pieno di schegge in testa.

 

 

da Poesia dello spiraglio e della neve

Annunci

2 thoughts on “Da Poesia dello spiraglio e della neve

  1. Blumy ha detto:

    i versi sono di Ida Travi, ho dimenticato di scrivere il nome

  2. Lucetta Frisa ha detto:

    Blumy, i tuoi versi sempre più struggenti…Cara,cara Blumy fiorita…
    Complimenti sinceri per questi e per quelli futuri e tantissimi AUGURI per un veloce recupero di ogni tua energia.
    lucetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...